Seleziona una pagina

Convegno «Parole della Scienza»

Università degli studi di Roma “Tor Vergata”

 

Dipartimento di Studi letterari, filosofici e di storia dell’arte

Dottorato di ricerca in «Antichità classiche e loro fortuna. Archeologia, filologia e storia»

Forme del Sapere nel Mondo Antico
Centro Interdisciplinare di Ricerca in Antichità Matematica Filosofia

con la collaborazione del I.I.S. (Liceo Scientifico) Croce – Aleramo, Roma

Programma Consolidate the Foundations 2015
Progetto Essential Lexicon of the Classical Languages

 

Convegno

 

PAROLE DELLA SCIENZA

 

Macroarea di Lettere e Filosofia
6-7 ottobre 2017

PROGRAMMA

scarica il programma in pdf

 

Venerdì 6 Ottobre, Sala «Sabatino Moscati»

 

10.30
Fabio Stok e Lorenzo Perilli
Introduzione ai lavori

10.45
Paolo Zellini
(Università di Roma «Tor Vergata»)
Δύναμις. Matematica e filosofia in Platone

11.30
coffee break

11.45
Lucio Russo
(Università di Roma «Tor Vergata»)
Ὄγκοι incorporei

12.30
Roberto Lo Presti
(Humboldt Universität, Berlin)
Ἀπόδειξις. Mostrare e dimostrare in Tucidide, Ippocrate e Platone

13.15
lunch

14.30
Τavola rotonda: «Scienze, lingue classiche, filosofia: per una didattica integrata»
Interventi programmati: Niccolò Argentieri (Liceo Ginnasio Virgilio, Roma) – Bruno Codenotti (CNR, Pisa) – Maria Luisa Giampietro (Centrum Latinitatis Europae e I.I.S. Croce-Aleramo, Roma) – Benedino Gemelli (Liceo Cantonale di Bellinzona, Svizzera) – Lucio Russo (Università di Roma «Tor Vergata»)
Discussione plenaria

17.00
coffee break

17.30
Davide Misiano
(I.I.S. – Liceo Scientifico Croce-Aleramo, Roma)
Σύμφωνον. Vocali e consonanti in Dionigi di Alicarnasso: tra teoria fonetica e analisi acustica

18.15
Martina Landolfi
(Université de Strasbourg)
Σύγγραμμα e la monografia: una connessione fuorviante

 

Sabato 7 Ottobre, Sala «Roberto Pretagostini»

 

9.30
Carlo Santini
(Università di Perugia)
Γάλα, γαλαξίας. La Via Lattea nella tradizione astronomica

10.15
Philippe Mudry
(Université de Lausanne)
Insanabilis / pestifer. La medicina antica fra certezza e dubbio

11.00
coffee break

11.15
Sabrina Grimaudo
(Università di Palermo)
Λόγῳ θεωρητόν. Il principio di “osservabilità teorica” nella filosofia e nella scienza greche

12.00
Roberta Ioli
(Liceo Classico Monti, Cesena)
Εἰκός. Simile, verosimile, probabile

12.45
Conclusione dei lavori

Nota sulla Tavola Rotonda

SCIENZE, LINGUE CLASSICHE, FILOSOFIA: PER UNA DIDATTICA INTEGRATA

 

La tavola rotonda intende mettere a confronto esperienze e posizioni diverse sul tema dell’insegnamento della matematica e delle scienze, da un lato, e delle lingue classiche e della filosofia, dall’altro, nei licei classico e scientifico. Obiettivo è riflettere sulla possibilità di una più approfondita cooperazione didattica nell’insegnamento di greco e latino, matematica e scienze, e della filosofia, anche con l’auspicio di superare quei timori e diffidenze suscitate dallo studio a scuola, e in particolare nel liceo classico, della matematica, che sia per la sua difficoltà che per l’apparente mancanza di significato è percepita come qualcosa di culturalmente anomalo, pur avendo sempre più ampliato la sua sfera d’influenza nella società contemporanea.

La consolidata distinzione, nel sistema educativo liceale italiano, tra mondo classico e dimensione scientifica può diventare dunque oggetto di una fruttuosa riflessione, e spunto per nuove proposte da verificare poi sul campo. L’esempio più immediato è quello della possibilità di individuare una serie di testi antichi da cui estrarre una genesi di idee importanti e decisive per la costruzione della scienza antica e moderna, testi che aiutano al tempo stesso a decifrare il senso di pro blemi della filosofia, nella consapevolezza che una lettura diretta delle fonti greche e latine aiuta a cogliere il significato complessivo di teorie scientifiche che sono collegate con problemi di etica, di teologia o di metafisica e con la domanda su essenza e significato delle matematiche.

La tavola rotonda sarà aperta da cinque interventi programmati, cui farà seguito una discussione aperta a tutti i partecipanti con l’auspicio di confrontare esperienze e avanzare proposte concretamente sperimentabili.