Cos’è la Terza Missione

Con il termine di Terza Missione si fa riferimento all’insieme delle attività di trasferimento scientifico, tecnologico e culturale e di trasformazione produttiva delle conoscenze, attraverso le quali le Università attivano processi di interazione diretta con la società civile e il tessuto imprenditoriale, con l’obiettivo di promuovere la crescita economica e sociale del territorio, affinché la conoscenza diventi strumentale per l’ottenimento di benefici di natura economica, sociale e culturale.

Le attività di Terza Missione del Dipartimento di Studi letterari, filosofici e di Storia dell’Arte (ALEF) affiancano le sue due missioni tradizionali nell’ambito della Didattica e della Ricerca.

Affinché, coerentemente con le linee politiche adottate in tal senso dall’Università degli studi di Roma “Tor Vergata”, il Dipartimento ALEF possa realizzare attività di Terza Missione di qualità e possa garantire la sua corrispondenza agli standard dichiarati, lo stesso fa propri i principi di Assicurazione della Qualità (AQ) adottati dall’Ateneo e si dota di un’organizzazione interna tale da consentire a tutti i soggetti coinvolti di operare nell’ottica del miglioramento continuo. Il Dipartimento, inoltre, nel perseguire l’AQ, assume come punto di riferimento il sistema ANVUR-AVA (“Autovalutazione, valutazione e accreditamento del sistema universitario italiano”).

In seguito vengono esplicitate le linee che il Dipartimento adotta rispetto alle politiche e ai metodi di verifica e di analisi della qualità della Terza Missione.

 

1. Politiche volte a realizzare la qualità della Terza Missione

 

Il Dipartimento ALePh:

  • svolge un’intensa attività di cd. public engagement verso e in cooperazione con la società e il territorio, che si concretizza in azioni, senza scopo di lucro, a carattere eminentemente educativo, culturale e di sviluppo della società, in particolare negli ambiti delle scuole di ogni ordine e grado, della formazione presso enti pubblici e privati e il terzo settore, dei musei e delle collezioni d’arte, degli scavi archeologici, delle biblioteche e degli archivi, delle attività teatrali, del recupero sociale e dell’assistenza educativa nei luoghi di pena;
  • collabora attivamente con le politiche dell’Ateneo volte alla realizzazione di un modello di «Università aperta» verso la società, il territorio e le realtà sociali, economiche e produttive su di esso insistenti, attraverso il trasferimento e la trasformazione della conoscenza;
  • si impegna, per quanto di competenza, a valorizzare le idee di valenza imprenditoriale che si vengano a sviluppare internamente, mettendole in connessione con il mercato di riferimento;
  • incentiva, per quanto possibile, il raccordo con il mondo produttivo, valorizzando le attività di trasferimento scientifico, tecnologico e culturale, favorendo la nascita di startup e spin off, l’eventuale deposito di brevetti e la creazione di opportunità collaborative di lavoro;
  • supporta l’attività, svolta dai Corsi di Studio, di orientamento e accompagnamento della popolazione studentesca al mondo del lavoro, valorizzando la qualificazione dei profili professionali pre- e post-laurea e incentivando i rapporti con le aziende;
  • comunica efficacemente le progettualità e le attività di trasferimento scientifico-tecnologico-culturale e di public engagment svolte in ambito dipartimentale.

 

2. Gestione e verifica dell’AQ della Terza Missione a livello dipartimentale

 

Il Dipartimento si attiene alle linee-guida sulla Terza Missione fissate dall’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, programmando le sue attività in coerenza con le strategie di Ateneo in materia. La programmazione e la gestione delle attività sono poste in capo alla Commissione Terza Missione del Dipartimento. La verifica è affidata al Responsabile dipartimentale di AQ per la Ricerca e la Terza Missione, che insieme al Direttore di Dipartimento ne riferisce al Presidio di Qualità di Ateneo.

Il Dipartimento s’impegna:

  1. a pianificare regolarmente le attività di Terza Missione e a stabilire chiaramente ruoli e responsabilità ai fini dello svolgimento delle attività stesse e della loro verifica ex post;
  2. a favorire l’attività del personale impegnato nella Terza Missione, predisponendo il supporto necessario e valorizzando adeguatamente il lavoro svolto;
  3. a garantire il controllo dei requisiti di qualità delle attività di Terza Missione attraverso un efficace sistema di AQ, e a perseguire il miglioramento costante dei relativi standards;
  4. a pubblicizzare sul sito web del Dipartimento e nelle altre forme che appariranno congrue le attività di Terza Missione poste in essere;
  5. a raccogliere e pubblicare sul suo sito con cadenza annuale i dati e le analisi relativi alle attività di Terza Missione svolte dai membri del Dipartimento.